martedì 28 ottobre 2008

La Gelmini e la scuola

Desidero parlare, anzitutto, di una questione alquanto spinosa che tiene col fiato sospeso milioni di ragazzini (incluso il sottoscritto): l'istruzione e il suo futuro. Chi ha avuto modo di guardare i tg o di sfogliare i quotidiani avrà già capito cosa sta accadendo all'istruzione del Belpaese e sarà già al corrente del fatto che Mariastella Gelmini voglia ridimensionare il personale scolastico (si vocifera, infatti, di un ritorno al maestro unico per le scuole primarie).
Ora non parlerò in veste di giornalista, ma in qualità di studente.
In classe, tra i corridoi del liceo che frequento, ho notato un gran fermento. Ragazzi allegri e sorridenti che schiamazzano per l'imminente sciopero e ragazze che, al contrario, hanno i pugni serrati e il volto livido di ira, a causa delle modifiche apportate dal ministro.
A molti ho posto la seguente domanda: "Sei d'accordo con il ministro Gelmini?". E da molti ho ricevuto una risposta negativa.
Quando, poi, ho chiesto "Secondo voi che ne sarà dell'istruzione in Italia?", nessuno è stato in grado di fornirmi una risposta esauriente.
A vostro giudizio, come verrà risolta la "faccenda"? Noi studenti riusciremo mai a trovare un punto d'incontro con il ministro dell'istruzione???

Nessun commento:

Posta un commento