venerdì 31 luglio 2009

Delirio (1^ parte)

Luigi Roccaforte era stanco di quella vita monotona. Non ne poteva più di recarsi, ogni santo giorno, a scuola per impartire lezioni di aritmetica a un branco di idioti che non avrebbe mai combinato nulla. Certo, in qualche maniera avrebbe pure dovuto guadagnarsi la pagnotta. Ma, a suo avviso, stare appollaiato dietro una scrivania, di fronte a ragazzi indisciplinati e viziati, era una autentica perdita di tempo. Sospirò e la sua memoria lo riportò a quelle spensierate giornate della sua adolescenza, che trascorreva nella sua stanza, sfogliando riviste e sognando di divenire, un giorno non molto lontano, un reporter d’assalto. Trasse un altro lungo sospiro e pensò che, se fosse riuscito a realizzare il suo sogno, forse non avrebbe mai vissuto in quella topaia e non avrebbe mai patito la fame. Bisognava riconoscere, però, che uno stipendio di milleduecento euro al mese non era poi male. Ma tra le varie spese da sostenere, l’affitto da pagare e le mille incombenze di sempre gli rimanevano in tasca solo trecento euro. Un'esigua somma di denaro, dunque. Tornato alla realtà, Luigi gettò una rapida occhiata al suo orologio da polso. Le 7.56. Avrebbe dovuto avviarsi al liceo se non voleva rischiare di arrivare in ritardo e farsi, quindi, redarguire dalla preside per l’ennesima volta. La Mancini aveva minacciato di licenziarlo se fosse accaduto ancora, ma a lui non importava. Anzi, non vedeva l’ora di mollare quel lavoro. Si protese verso il tavolino che troneggiava nella stanza, afferrò un telecomando, lo puntò in direzione del televisore e lo accese. Fece un po’ di zapping e si sintonizzò su Canale 5, che a quell’ora dava il tiggì. Osservò con sguardo spento il cronista che in tono concitato annunciava l’omicidio di una giovane donna avvenuto in provincia di Agrigento, a Ribera. Luigi si portò una mano alle labbra e imprecò. Poi scosse il capo. Non riusciva a credeva che un assassinio si fosse consumato proprio lì, nella sua città. Un istante dopo si drizzò in piedi, gli occhi strabuzzati, la faccia stravolta. Mosse alcuni passi verso il cassettone posto accanto alla tivù. Si avvicinò al telefono che vi era poggiato e sollevò il ricevitore. Digitò un numero e, dopo un paio di squilli, una voce roca rispose. “Pronto?”. “Giulia, oddio hai visto il tiggì? Una donna è stata…”. La voce all’altro capo del filo lo interruppe bruscamente. “Lei è un amico della signorina Giulia Roccaforte?”. “Sono suo padre” fece Luigi, con voce di colpo incrinata. “Ehm, signore, ecco… non so come dirglielo, ma devo farlo. La misteriosa donna uccisa stamani a Ribera è… sua figlia. Io sono un poliziotto e la stavamo per contattare…”. L’uomo si lasciò sfuggire la cornetta dalle mani, che finì a terra con un tonfo sordo. No, non è possibile. Non ci credo. È un incubo. Mia figlia non PUÒ essere morta. Adesso mi sveglierò, e vedrò che nulla di tutto questo è realmente successo. Lentamente schiuse le palpebre, si chinò ad afferrare il ricevitore e se lo portò all’orecchio. Silenzio. Un sorriso tremulo gli affiorò sulle labbra carnose. Luigi non si capacitava che la sua piccola non c’era più, che era morta e che nulla avrebbe potuto riportarla indietro. Preferiva credere che niente di tutto ciò fosse vero. Quando udì bussare al portone di ingresso, si diresse nell’ampio vestibolo con le pareti tappezzate di dipinti ed andò ad aprire.

venerdì 17 luglio 2009

Freddo da morire (Series Magazine, Luglio/Agosto 2009)

Lilly Rush è pronta a scongelare una nuova stagione di casi dimenticati di Andrea Cinalli Ancora una volta i nostri amati detective di Philadelphia tornano sugli schermi televisivi con una strepitosa stagione al cardiopalma. Eh, già: la nuova serie si annuncia densa di misteri e – soprattutto – di intricatissime indagini, che solo i protagonisti di questo avvincente procedural drama saranno in grado di portare a compimento. Cold Case, dopo aver conseguito numerosissimi premi e nomination (tra cui una agli Emmy Awards nel 2005), è giunto alla sesta stagione, serie che consta di ben 23 episodi. La creatrice dello show, Meredith Stiehm, ha smentito le voci circolate tempo fa che asserivano che il telefilm stesse volgendo al termine, aggiungendo che il network americano CBS ha confermato la serie tv per un altro ciclo di episodi, il settimo, che andrà in onda negli States a partire da settembre. La quinta stagione si era conclusa con un complicato mistero che la nostra integerrima Lilly Rush (Kathryn Morris), coadiuvata dal fido Scotty Valens (Danny Pino), era riuscita abilmente a districare: la sparizione del piccolo Max Chapin, rapito dalla terapista della madre e ritenuto morto in un incendio di natura dolosa avvenuto nel 2005. Nella season da noi inedita, agli agenti della serie verranno affidati casi di pari difficoltà e dovranno vedersela nuovamente con barbari omicidi e misteri insoluti. Nel primo episodio, dal titolo “Glory Days”, andato in onda il 28 settembre 2008, gli investigatori di Philadelphia avranno a che fare con l’assassinio di Mike McShane (Aaron Hill, noto ai più per l’interpretazione di Scopino in Greek – La Confraternita), promettente giocatore di football freddato nel lontano 1973. Guest star d’eccezione di questa sesta serie è Cassidy Freeman, l’avvenente Tess Mercer di Smallville, che ha preso parte alla seconda puntata (“True Calling”), dove veste i panni di Laura McKinney, docente di letteratura in un liceo della città, uccisa nel 1991. Il suo omicidio era stato archiviato in tutta fretta dalla polizia locale come tentativo di furto degenerato in assassinio… Ora spetterà a Lilly Rush svelarne il colpevole. La novità di maggior rilievo del ciclo è rintracciabile nel diciassettesimo episodio, intitolato “Officer Down”: per la prima volta Lilly e il suo team non indagheranno su un vero e proprio cold case, ma si dedicheranno a un caso recentissimo, del 2009. In questa puntata speciale Will Jeffries (Thom Barry) sarà coinvolto in una sparatoria in cui la vita di un lattivendolo (impersonato da Pancho Demmings, interprete di Gerald Jackson in Navy NCIS) verrà stroncata. Ma il caso più intricato sarà ovviamente quello del doppio episodio che chiuderà la stagione. Qui gli agenti protagonisti del serial dovranno smascherare il colpevole dell’omicidio di una donna consumatosi in una scuola militare, nel 2005. Negli episodi in questione l’imperturbabile Lilly Rush correrà seriamente il rischio di lasciarci le penne… GLI ASCOLTI DEL TELEFILM Cold Case si annovera fra le serie tv più seguite: pensate che in madrepatria la nuova serie è stata vista da circa 13 milioni di telespettatori e che nel corso dei cinque anni di programmazione su Rai Due il telefilm è stato seguito da ben 3 milioni di italiani. Noi siamo certi che anche questa sesta stagione, ricca di suspense e colpi di scena, non deluderà il pubblico nostrano. Parola di Series.
BOX: JEKYLL & HIDE DANNY PINO È nato a Miami, nel 1974. Ha frequentato la prestigiosissima Miami Coral Park High School (assieme all’affascinante Tessie Santiago, l’interprete de La Regina di Spade!) e nel 1996 si è iscritto alla Florida International University, dove ha preso parte alla confraternita Sigma Phi Epsilon. Tra i ruoli più rilevanti affidatigli spiccano quello di Desy Arnaz, che Pino ha interpretato nel Tv Movie della CBS, Lucy: The Lucille Ball Story, e quello di Armadillo Quintero, che l’attore ha impersonato nel poliziesco di FX, The Shields. Nel 2003, nel bel mezzo della prima stagione, è entrato nel cast fisso di Cold Case, andando a colmare il vuoto lasciato da Justin Chambers, che nella serie interpretava il giovane e inesperto Chris Lassing. Nel 2006 ha recitato nella pellicola Flicka al fianco di attori del calibro di Maria Bello e Tim McGraw e subito dopo ha deciso di mettere su famiglia: assieme alla moglie Lilly ha dato alla luce Luca Daniel e Julian Franco. SCOTTY VALENS È entrato in scena nel sesto episodio del primo ciclo del serial. È il più giovane membro del team, ma è dotato di grande acume. Sin da subito si mostra leale nei confronti di Lilly Rush e degli altri compagni di squadra e cerca di risolvere i casi assegnatigli usufruendo di tutti gli elementi a propria disposizione. All’inizio ci era parso rigido, freddo e distaccato, poi abbiamo imparato ad apprezzare la sottile ironia insita nelle sue battute. Nel telefilm viene rivelata anche parte della sua vita privata: nel corso della prima serie apprendiamo che è nato negli anni ’70 e facciamo la conoscenza del fratello Mike (Nestor Carbonell, volto noto della sit-com Susan); nella stagione successiva la sua fidanzata, Elisa, si toglie la vita e in seguito ha una burrascosa relazione con Christina Rush (Nicki Aycox), a causa della quale i suoi rapporti con Lilly si incrinano. In questa stagione inedita torna ad affiancare la nostra amata detective, dispensandole consigli e suggerimenti e sostenendola nei momenti più difficili.
BOX: CHI È LILLY RUSH? LILLY RUSH (KATHRYN MORRIS) Ha vissuto un’infanzia travagliata, tutt’altro che tranquilla e spensierata, che certamente l’ha segnata e l’ha resa la donna forte, grintosa che noi adoriamo sempre più, puntata dopo puntata. Non ha mai avuto un buon rapporto con la madre Ellen ed è sempre stata in disaccordo con la sorella Christina (che è apparsa spesso in qualità di guest star nella seconda season). Lilly ha costantemente lavorato sodo e ha sempre mostrato una determinazione ammirevole, che l’ha portata a concludere le indagini di casi complicatissimi che nessuno sperava più di risolvere. Nel ciclo inedito nel Belpaese (attenzione, spoiler in vista!) ritroverà il padre perduto, col quale tornerà a stringere un ferreo legame.
BOX: NEWS Il celebre gruppo dei Pearl Jam, formatosi negli anni ’90, ha curato la colonna sonora degli ultimi episodi della nuova stagione: sedici suoi brani fanno da sfondo alle vicende che concludono questo sesto capitolo.

mercoledì 15 luglio 2009

Series Magazine (luglio/agosto 2009)

Doppio numero di Series per i mesi di luglio e agosto, da sfogliare sotto l’ombrellone. Ghost Whisperer è la Cover Story con tanto di intervista alla bella Jennifer Love Hewitt che abbiamo incontrato in occasione del Monte Carlo Telvision Festival. L’Anteprima è dedicata alla sesta stagione di Cold Case, prossimamente in onda su RaiDue (il mio articolo!). In Teste di Series tornano Supernatural, Criminal Minds, Senza traccia e le fughe spericolate di Prison Break, e fanno la loro comparsa la fantascientifica Eleventh Hour e The Unit, la raffinata serie creata da David Mamet.La sezione Network si apre con un’alta intervista: la protagonista di Bones, Emily Deschanel, anche lei partecipe del festival di Monte Carlo, ci racconta la mitica dottoressa Brennan. Seguono poi la poligamica famiglia di Big Love, le protagoniste emancipate di Amanti e Privileged, un nuovo telefilm che piacerà ai fan di Gossip Girl.Nello spazio Cult Series abbiamo The Wire, il complesso telefilm amato da Mr. Obama.

sabato 4 luglio 2009

Fiori d'arancio a Orange County (la fan fiction pubblicata sul Telefilm Magazine di luglio)

(N.B. La fan fiction è ambientata a Orange County, nel 2013. E’ trascorso un anno dal matrimonio di Seth e Summer e… ora tocca a Ryan e Taylor convolare a nozze!) di Andrea Cinalli Quando Ryan salì i gradini e fece il suo ingresso nella chiesetta di Berkeley, sgranò gli occhi. Kirsten, Summer, Seth e persino sua madre, Dawn, si erano dati un gran daffare nel decorare le spoglie navate. Bianchi fiori candidi giacevano sulle panche disposte in maniera ordinata. Anche l’altare era stato ornato con fiori. Ryan abbozzò un sorriso. Quando si sentì sfiorare la spalla in una pacca affettuosa, si voltò. Era Sandy. “Tutto bene?”, chiese in tono carezzevole. Ryan annuì e gli gettò le braccia al collo. “Grazie”. “Per cosa?”. “Per tutto”. Dopo che si fu sciolto dall’abbraccio, l’avvocato lo afferrò per i poderosi bicipiti, lo strattonò e incontrò il suo sguardo. “Ascoltami: tu farai sempre parte di questa famiglia, chiaro? Ti saremo accanto. Sempre”. Ryan sentì affiorare le lacrime e fece un grande sforzo per reprimerle. Tornò a volgere lo sguardo verso le decorazioni che conferivano alla chiesa un aspetto austero. Curvò le labbra in un tenue sorriso e si allontanò a passi lenti. Taylor fissò a lungo la sua immagine riflessa nell’immenso specchio della stanza della piccola Sophie Rose, la secondogenita di Sandy e Kirsten, e un’espressione colma di stupore le si stampò in volto. Non avrebbe mai immaginato di essere uno splendore in abito da sposa. D’un tratto qualcuno bussò alla porta della sala. Taylor trasalì. “E’ permesso?”. Una voce femminile. “Avanti!”. Quando entrò nella stanza, Summer rimase inerte a contemplare l’abito dell’amica. “Sei un incanto!”, esclamò. “Dici?”, fece Taylor, ghignando. Summer si portò una mano al petto e chinò il capo di lato. “Ah, non posso ancora credere che tu e Ryan stiate per convolare a nozze!!!”. A quelle parole la giovane sposa si incupì e si afflosciò su una logora sedia posta in un angolo della sala. “Ma che hai?”, chiese Summer in un flebile sussurro. Non tutti i dubbi di Taylor, circa i sentimenti che Ryan nutriva nei suoi riguardi, erano stati fugati. Summer le si fece vicina e le scostò una ciocca di capelli dal volto. “Tesoro, c’è qualcosa che non va?”. Taylor tirò su col naso e le parlò dei timori che la affliggevano. “Tu ritieni che Ryan mi ami quanto Marissa?”. Summer afferrò una sedia e sedette accanto all’amica. Le prese le mani e le strinse vigorosamente. “Marissa è un capitolo chiuso. E’ morta anni fa. Certo, sarà sempre nei ricordi di Ryan… ma il suo futuro è con te”. Una lacrima solcò la guancia destra della giovane sposa e un ampio sorriso increspò le sue labbra sottili. “Ora leva quell’espressione dal viso e… vai all’altare!”, seguitò Summer. La chiesa pullulava di gente. Tutti i suoi famigliari erano impazienti e anche Ryan non vedeva l’ora che la cerimonia avesse inizio. Lanciò una fugace occhiata al suo orologio da polso. Le 11.16. Perché Taylor ci mette tanto? Ha avuto un ripensamento? Si è forse tirata indietro? Terribili pensieri affollavano la mente del giovane Atwood, il quale si impose una calma che non provava. Quando Taylor giunse da lui, tirò un sospiro di sollievo. Ora, dinanzi ai volti rigati da lacrime di Veronica Townsend, di Kirsten e di Dawn, entrambi erano pronti a giurarsi amore eterno.

Telefilm Magazine N° 53, luglio/agosto 2009

90210 revolution?: prima di chiudere la valigia e partire per le vacanze, ricordatevi di passare in edicola per scoprire il doppio numero, luglio e agosto, di Telefilm Magazine che si apre con i ragazzi della Beverly Hills High School. Gli eredi (o i cloni?) di Brenda e company sono i veri re dell'estate... Per l'occasione il direttore ha visitato il set del telefilm a Los Angeles e ha incontrato Shenae Grimes, la simpatica Annie...Privileged: Per restare in tema di giovani ricchi e viziati, ecco la storia di una tata che deve tenere a bada due sorelle a dir poco pestifere...Monte-Carlo Television Festival: Il nostro reportage del mese vi trasporta sul tappeto rosso del Festival più glamour d'Europa con le interviste a Darren Star, creatore di Sex and The City, e Hill Harper, star di C.S.I.: New York. E non solo: curiosità, capricci e gaffe sui vip presenti all'evento...The Middleman: azione, simpatia e missioni impossibili. Il cocktail perfetto per il divertimento estivo è targato Fox.Eleventh Hour: il remake della serie britannica arriva in Italia con tanti casi scottanti, quelli in cui la scienza sta per varcare i confini del lecito..Crusoe: la rivisitazione a puntate delle avventure di Robinson Crusoe sta per sbarcare in Italia. Siete pronti?Flics: la miniserie made in France ci racconta il crime in versione adrenalinica.Ridere in tv: nella simpatica carrellata tra le serie tv più divertenti del palinsesto non perdetevi le interviste a Jim Parsons di The Big Bang Theory e a Jason Lee di My name is Earl.Prison Break: intervista esclusiva al protagonista Wentworth Miller che direttamente da Los Angeles svela i prossimi progetti e i segreti del suo successo...Lost: la naufraga Kate, al secolo Evangeline Lilly, si confessa a TFM e già pensa al futuro dopo la serie tv...Canini e co: ormai i vampiri fanno tendenza, ma sono in buona compagnia, almeno in tv. Da Supernatural a Kyle XY, fino ad arrivare alla saga cinematografica di Underworld.USA PREVIEW - Guida alla stagione 2009-2010: ecco tutti i titoli da non perdere in arrivo dagli Usa, con grandi ritorni di volti telefilmici ormai noti e nuovi arrivi da tener d'occhio!E, come al solito, non è finita qui! Tantissime rubriche, news e numerose altre curiosità...
Tutto il resto vi aspetta in edicola!
Nella rubrica Carta Bianca della rivista è stata pubblicata la mia fan fiction sul telefilm "The O.C." che avevo postato in precedenza sul blog!